Il giorno del malato: “Anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli.” Gv 1, 3-16

Noi ragazzi di prima e seconda superiore stiamo facendo un anno di servizio verso i più bisognosi della nostra comunità.
Per il giorno del malato, 9 febbraio, abbiamo partecipato e animato la S. Messa nella Casa di cura di Villa Erbosa. Alla conclusione della celebrazione, abbiamo portato sui comodini di tutte le camere della casa, una rosa costruita da noi e dai volontari di Villa Erbosa.Rose di Villa Erbosa

… cercate sempre di essere sguardo che accoglie, mano che solleva e accompagna, parola di conforto, abbraccio di tenerezza. Non scoraggiatevi per le difficoltà e la stanchezza, ma continuate a donare tempo, sorriso e amore ai fratelli e alle sorelle che ne hanno bisogno.” Papa Francesco.

Queste sono le parole del Santo Padre che ci hanno guidato e che abbiamo cercato di mettere in pratica. La parte più difficoltosa per i ragazzi è stata sicuramente la fatica di alzarsi e ritrovarsi di domenica mattina alle 8.30 davanti un posto a loro sconosciuto e lontano. Ma i nostri giovani sapevano che la loro fatica non era nulla rispetto a quello che avrebbero ricevuto dagli ospiti di Villa Erbosa: l’amore. Sono rimasti colpiti dai sorrisi che suscitavano ai malati, quando entravano nelle camere, per donarli quelle rose preparate da loro. Hanno vissuto in prima persona che « … chi ama capisce che l’amore è esperienza di verità, che esso stesso apre i nostri occhi per vedere tutta la realtà in modo nuovo, in unione con la persona amata» Lumen fidei, 27
Giornata del malato a Villa Erbosa
I giovani di San Girolamo ci sono e sono dei ragazzi fantastici!
Grazie dai vostri educatori

2 commenti

  1. Marco Balboni scrive:

    grandi!!! avete fatto una cosa importantissima per la comunità e siete stati un bel regalo per le persone ricoverate a villa erbosa!!

  2. Marco Balboni scrive:

    continuate così!!!

Lascia un commento

Comment form

Tutti i campi contrassegnati (*) sono obbligatori